Articoli marcati con tag ‘università della basilicata’

“Scenografie dell’Anima” all’Università della Basilicata

     

    matera

    Un bellissimo contributo quello che Paoletti ha tenuto ieri – 9 ottobre – per la lezione magistrale tenuta in occasione dell’Opening Conference della Cattedra Unesco “Paesaggi culturali del Mediterraneo e Comunità dei saperi”.

    La lectio, una delle quattro previste sui temi strategici per la Cattedra UNESCO, delinea il percorso di ricerca e approfondimento della Fondazione nell’ambito della neuropsicopedagogia didattica: lo sviluppo umano verso i valori di convivenza pacifica e il dialogo, la necessità e la possibilità, attraverso approcci interdisciplinari, di costruire ambienti interni ed esterni capaci di risvegliare emozioni e pensieri connessi alle più profonde aspirazioni umane, presenti in ogni cultura.

    Lo speech dal titolo “Le scenografie dell’anima” ha toccato i temi che interessano da vicino la Cattedra: inclusione, condivisione di saperi, evoluzione, unità nella diversità.

    Paoletti ha fondato il suo intervento sui paesaggi culturali che non sono solo esterni, ma anche interni, perchè “è dalla conoscenza del nostro mondo interiore che si può ripartire per costruire un futuro di pace”.

    In un breve ma incisivo percorso, Paoletti ha voluto condividere un aspetto particolare di quella che è stata l’evoluzione della nostra specie che potremmo nominalizzare con una sintesi estrema contenuta dall’acronimo F.A.S.E..

    Paoletti ha ricordato che “abbiamo bisogno di una nuova Fase in grado di abbattere i muri,  in grado di creare all’interno dell’ambiente un contesto diverso da quello che fino ad oggi abbiamo generato”.

    L’arconimo che sta per filosofia, arte, scienza, economia ci indica la necessità dell’avvento di una nuova filosofia, una nuova arte, una nuova scienza e di una nuova economia. Queste 4 grandi aree dei saperi umani hanno guidato la nostra evoluzione da quando il nostro cervello è stato in grado di produrre quella speciale capacità che ci rende unici su questo pianeta che è la capacità di generare un pensiero astratto e attraverso di esso di produrre un’astrazione simbolica di senso attraverso la quale abbiamo immaginato di poter dare segnali del nostro mondo interiore al mondo che ci conteneva, che ci vedeva muoverci in esso.

    Paoletti ha chiuso l’incontro con un auspicio , quello di “vivere nell’ambiente come coloro che esprimono la volontà di colloquiare con esso, come coloro che esprimono la volontà di lasciare il segno della loro presenza, del loro passaggio, la comunicazione della loro volontà di condividere il divenire” scegliendo il futuro che si desidera vivere.

    PAOLETTI PER CATTEDRA UNESCO

      Paoletti è stato nominato referente della Fondazione omonima per la Cattedra UNESCO“Mediterranean Cultural Landscape and Communities of Knowledge”, istituita dalla Section of Higher Education dell’agenzia specializzata delle Nazioni Unite in collaborazione con l’Università degli Studi della Basilicata.
      La cattedra vuole rappresentare un ponte che, attraverso ricercadidattica, possa promuovere  e trasmettere i patrimoni culturali e il valore della conoscenza di tutta l’area del mediterraneo. Il fine è quello di potenziare la cooperazione internazionale in campo scientifico per la sostenibilità e contribuire, attraverso la formazione, alla crescita di cittadini globali consapevoli, responsabili e creativi.
      Il Mediterraneo, da sempre area di confine e contatto tra diverse culture, oggi è fortemente segnato dalle rotte dei migranti e rappresenta un’area cruciale per le relazioni tra Nord e Sud del mondo. Attraverso il tema del paesaggio culturale, Matera e il contesto regionale della Basilicata assumono, per l’alto valore che rappresentano, il ruolo e la responsabilità di mediazione e di orientamento a favore di valori come il dialogo tra civiltà, la valorizzazione delle conoscenze e delle differenze, la partecipazione civile, la coesistenza pacifica e l’integrazione.
      Il progetto, presentato dal Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo e dalla Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università degli Studi della Basilicata (UNIBAS), si avvale del partenariato di 12 Università italiane ed estere, di Istituzioni territoriali come la Regione Basilicata, la Provincia e il Comune di Matera, di Enti di ricerca (come la Fondazione), di Enti territoriali e di reti internazionali.
      In fase di candidatura del progetto, il 5 giugno 2015 l’Università degli Studi della Basilicata aveva invitato Paoletti a tenere a Matera una Lectio Magistralis dal titolo “Inner Design Technology: astrazioni simboliche di senso”. Durante la lezione sono stati approfonditi i temi della relazione tra ambiente e società attraverso il legame dell’architettura.
      Attraverso esempi di architettura e relazione con l’ambiente, Paoletti ha sottolineato “come ambiente, contesto e circostanze siano dimensioni che creano nell’uomo una stratificazione e una struttura di narrazione interiore determinanti per ritrovare la meraviglia, la sorpresa, lo stupore nei confronti della vita.”
      Il prossimo appuntamento si terrà in ottobre sempre a Matera con l’inaugurazione della Cattedra UNESCO, durante il quale Fondazione Paoletti parteciperà con tutti i partner. L’obiettivo principale sarà quello di condividere lo spirito della Cattedra, gli obiettivi e il programma d’azione, a cui si aggiungeranno le proposte dei partner. L’occasione per condividere l’orientamento e avviare azioni comuni.
      L’Intelligenza del Cuore – 2017
      Domande & Risposte – 2016
      Appuntamenti
      Contatti
      Nome
       
      E-Mail
       
      Messaggio
       

      Archivio